Come gestire le newsletter: tieni sotto controllo le iscrizioni

26 Aprile 2024 | Organizzazione

Punto di partenza: è fondamentale sapere quali iscrizioni abbiamo attivato, aspetto non sempre immediato da mettere in pratica soprattutto quando si seguono rubriche in diverse lingue e da molti anni.

Le newsletter, intese come degli appuntamenti regolari che arrivano da diverse fonti di interesse, non devono interrompere il flusso di lavoro e vanno lette in momenti prestabiliti, più opportuni per noi.

Senza un sistema organizzato, le newsletter possono finire ovunque nella casella di posta elettronica, complicando ulteriormente la gestione.

Vediamo alcuni passaggi per:

  • verificare le iscrizioni già attive;
  • organizzare le iscrizioni future.

Il fine è quello di stabilire una routine di pulizia digitale da mettere in pratica quando perdiamo un po’ il controllo sulle ricezioni in corso.

Una routine ci aiuta anche a capire quando una rubrica non è più attiva o non rientra più nei nostri interessi. Mettendo in pratica una di queste soluzioni, possiamo prendere delle decisioni sulle newsletter e sulle email in generale che vogliamo cancellare, filtrare o organizzare:

  • cerchiamo la maggior parte delle newsletter scrivendo i termini “unsubscribe” o “annulla l’iscrizione” nel campo della ricerca di Gmail o Outlook;
  • inseriamo nel campo del mittente l’indirizzo specifico della newsletter che vogliamo verificare, per poi leggere gli ultimi 5-10 numeri e capire se è ancora di nostro interesse;
  • impostiamo dei filtri o delle regole per assegnare un’etichetta o una cartella alle newsletter senza che passino dalla inbox;
  • usiamo un indirizzo email apposito per le iscrizioni;
  • valutiamo uno strumento esterno come Meco o Stoop.

Queste soluzioni aiutano a mantenere ordine e organizzazione, separando le comunicazioni non lavorative da quelle professionali.

 

Ogni client di posta elettronica ha le sue funzioni, ma il fine del video è comune ed è quello di creare all’interno della posta elettronica delle semplici routine di pulizia e organizzazione digitale.

Impostando, in particolare, dei filtri o delle regole, l’obiettivo è quello di accedere facilmente alle newsletter quando si ha tempo per leggerle, senza distrazioni. È possibile anche assegnare automaticamente altre azioni alle email selezionate, come marcarle come già lette o inoltrarle a un altro indirizzo.

Tool menzionati:
https://meco.app/
https://stoopinbox.com/

P.S.: gli alias delle email sono indirizzi email alternativi che puoi utilizzare per la stessa casella di posta elettronica. In pratica, ti permettono di ricevere email indirizzate a diversi indirizzi in un’unica casella di posta.
Il segno “+” in Gmail viene utilizzato per creare quello che si chiama “alias” delle email. Questo permette di aggiungere dei tag specifici al tuo indirizzo email di base per organizzare meglio la tua posta in arrivo o tracciare come il tuo indirizzo viene utilizzato.