L’organizzazione aiuta a risparmiare

29 Luglio 2021 | Organizzazione

1. Fai una lista di cose da NON comprare

Hai presente quelle cose che sai già che porteranno ad altri acquisti collegati, all’abbandono da qualche parte della casa o a qualche rottura di scatole. Bene, ferma queste riflessioni e segna perché non ti serve una determinata cosa.

2. Controlla gli abbonamenti che hai attivato

Soprattutto con il digitale, tenere sotto controllo abbonamenti e acquisti è importante. Non è sempre facile per via di tanti fattori come l’accumulo di aspetti diversi, l’immaterialità, gli eventuali metodi di pagamento dispersivi, il tempo che passa insieme alla memoria.

Tenere un elenco di abbonamenti acquistati e segnare le relative scadenze consente di fare pulizie periodiche di ciò che non serve più. Aiuta anche a evitare di acquistare prodotti digitali simili perché ci dimentichiamo di avere già quello che ci serve.

3. Metti un filtro tra la voglia di comprare qualcosa e l’acquisto effettivo

Può essere la lista dei desideri di un e-commerce o una lista realizzata in qualsiasi strumento con il fine di raccogliere gli articoli di nostro interesse.

Parcheggiare per un po’ quello che vorremmo comprare aiuta a capire se davvero ci serve una determinata cosa. A volte potremmo cambiare idea oppure cambiare la destinazione finale, ad esempio trasformando l’oggetto in un regalo.

P.S.: la lista parcheggio può essere utile anche per le attività che si aggiungono alle nostre giornate oppure alle idee che ci vengono in mente mentre facciamo altro. È un ottimo modo per evitare di interrompere qualcosa e, soprattutto in fase di revisione, è un filtro importante che spesso porta a rivalutare molte cose e a capire che alla fine non sono così fondamentali.